Eurostat: produzione industriale in aumento a novembre

lunedì, 16 gennaio 2023 13:22:05 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel mese di novembre 2022, la produzione industriale destagionalizzata è aumentata dell’1% nella zona euro e dello 0,9% nell’UE-27, rispetto al mese di ottobre dello stesso anno.

A ottobre la produzione industriale era scesa dell’1,9% sia nell’eurozona sia nell’UE-27, su base mensile. A novembre, inoltre, la produzione industriale è risultata in aumento del 2% su base annua sia nell’eurozona che nell’UE-27. Questi dati sono stati diffusi da Eurostat, l’Ufficio di statistica dell’Unione Europea.

Su base mensile, la produzione di beni di consumo durevoli è aumentata dello 0,4% nell’area euro e diminuita dello 0,2% nell’UE-27, mentre la produzione di beni strumentali è aumentata dell’1% e dello 0,9% nell’UE-27. La produzione di beni di consumo non durevoli è diminuita dell’1,3% nell’area euro e dell’1,2% nell’UE-27. La produzione di beni intermedi è aumentata, invece, dello 0,8% nell’area euro e dello 0,7% nell’UE-27, mentre la produzione di energia è diminuita dello 0,9% nell’eurozona ed è aumentata dello 0,1% nell’UE-27.

Tra gli Stati membri, a novembre gli aumenti più elevati su base mensile sono stati registrati in Irlanda (+6,4%), Lussemburgo (+5,0%) e Malta (+4,6%).

Su base annua, la produzione di beni strumentali è aumentata dell’8,8% nell’area euro e del 9% nell’UE-27. La produzione di beni di consumo durevoli è aumentata dello 0,3% nell’eurozona ed è diminuita dell’1,5% nell’UE-27, mentre la produzione di beni intermedi è diminuita del 3,3% sia nell’area euro che nell’UE-27. La produzione di beni di consumo non durevoli è aumentata del 6,3% nell’eurozona e del 7,2% nell’UE-27, mentre la produzione di energia è diminuita del 10,7% nell’area euro e del 10,2% nell’UE-27.

A novembre, i maggiori aumenti su base annua sono stati registrati in Irlanda (+34,9%), Malta (+15,5%) e Danimarca (+9,3%), mentre Estonia (-12,2%), Slovacchia (-10,7%) e Romania (-4,0%) hanno registrato i maggiori cali.


Articolo precedente

EUROFER abbassa al 4,4% le previsioni di crescita della produzione edilizia dell’UE per il 2022

07 feb | Notizie

Francia: import/export in aumento nel periodo gennaio-novembre

07 feb | Notizie

EUROFER: la produzione di tubi dell’UE diminuirà dell’1,9% nel 2023

06 feb | Notizie

Turchia ancora principale fonte di importazione di prodotti finiti dell’UE

06 feb | Notizie

Assofermet, rottame: preoccupazioni sul costo dei trasporti

06 feb | Notizie

Europa Meridionale, lunghi: mercato locale ancora in difficoltà, le offerte import diventano più interessanti

03 feb | Lunghi e billette

EUROFER: cala l’export di acciaio dell’UE nel periodo gennaio-novembre 2022

03 feb | Notizie

EUROFER: la domanda dei settori che utilizzano l’acciaio rimarrà debole almeno fino al secondo trimestre

03 feb | Notizie

Prezzi dell’energia: un fattore chiave per il mercato metallurgico europeo nel 2022

03 feb | Notizie

Romania: i prezzi locali dei lunghi si indeboliscono

03 feb | Lunghi e billette