EUROFER plaude all'indagine antielusione sugli acciai anticorrosione cinesi

giovedì, 28 novembre 2019 13:11:02 (GMT+3)   |   Brescia
       

La European Steel Association (EUROFER) ha accolto con favore l'annuncio dell'apertura di un’indagine da parte della Commissione sulla possibile elusione dei dazi antidumping imposti su alcuni acciai resistenti alla corrosione originari della Cina.

«La Commissione - ha dichiarato il direttore generale di EUROFER, Axel Eggert - ha avviato l'indagine perché gli esportatori cinesi hanno apportato lievi modifiche ai loro prodotti semplicemente per evitare il pagamento di dazi antidumping. Evitare tariffe antidumping che sono esplicitamente dovute significa imbrogliare. Ciò permette agli esportatori cinesi di continuare a vendere a prezzi inferiori e causare danni ai produttori siderurgici dell'UE».

«EUROFER chiede alla Commissione di avviare in via prioritaria l'indagine sugli acciai con rivestimento metallico e di estendere il campo di applicazione dei dazi esistenti per eliminare questa forma di elusione», ha aggiunto Eggert.

La notizia dell'apertura dell'inchiesta è arrivata una settimana dopo la presentazione da parte dell'UE di una denuncia dinnanzi al WTO contro le restrizioni applicate dall'Indonesia sull'export di minerale di nichel, materia prima per la produzione di acciaio inossidabile. 

«EUROFER apprezza che la Commissione abbia intrapreso di propria iniziativa questa azione antielusione - ha continuato il direttore dell'associazione dei siderurgici europei -. Inoltre, siamo lieti che si sia impegnata a combattere le pratiche fraudolente, dando dimostrazione della sua determinazione a far rispettare le regole e le decisioni commerciali dell'UE nel modo più fermo possibile».

Stefano Gennari


Ultimi articoli collegati

Vale aumenta il livello di rischio nella diga Sul Inferior

USA: rallenta la produzione di acciaio grezzo nell'ultima settimana

USA: prezzi degli zincati a caldo invariati ma potrebbero calare a febbraio

JSW rimanda il completamento dell'espansione produttiva a Dolvi

Billette, previsto un aumento delle vendite dall'Iran