Eurofer: nel settore delle costruzioni rimbalzo del 5% quest'anno

martedì, 11 maggio 2021 11:47:31 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel 2020 la produzione del settore delle costruzioni nell'Ue è diminuita del 4,6% su base annua, secondo quanto affermato dall'associazione dei produttori siderurgici europei (Eurofer) nel suo "Economic and Steel Market Outlook 2021-2022/Q2 2021 Report". La produzione è calata dell'1,6% nel primo trimestre, del 12,8% nel secondo (in conseguenza allo scoppio dell'emergenza Covid-19), del 3,1% nel terzo e dell'1% nel quarto trimestre. Quest'anno dovrebbe tornare a crescere del 5% secondo l'associazione.

Il dato del quarto trimestre 2020 riflette la ripartenza dell'attività economica nell'Ue. Nello stesso periodo la produzione è cresciuta in Germania e in Italia, mentre è calata nella maggior parte degli altri paesi dell'Unione.

Secondo il documento pubblicato da Eurofer, gli investimenti fissi lordi nel settore delle costruzioni nel quarto trimestre dello scorso anno sono diminuiti del 2,2% rispetto allo stesso trimestre del 2019, a causa di un forte calo sia degli investimenti residenziali sia di altri investimenti in costruzioni. Tuttavia, il dato è ha indicato una ripresa rispetto al trimestre precedente.

Si prevede che l'ingegneria civile rappresenterà un'importante area di crescita per il settore delle costruzioni, poiché i governi stanno investendo in infrastrutture come strumento per aumentare la performance economica. Eurofer ha stimato per la produzione del settore delle costruzioni dell'Ue un rimbalzo del 5,0% nel 2021 e una crescita del 4,0% nel 2022.


Ultimi articoli collegati

Voestalpine torna all'utile nell'anno finanziario 2020/21

NLMK Clabecq, primo passo nel progetto di modernizzazione del laminatoio 

ArcelorMittal investe nella decarbonizzazione di Fos-sur-Mer

Prodotti piani inox laminati a freddo: l'Ue istituisce dazio provvisorio contro India e Indonesia

Eurozona, marzo in recupero per le costruzioni