Eurofer: importazioni di acciai finiti in calo nel 2020

lunedì, 10 maggio 2021 10:47:29 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel 2020 le importazioni di acciaio nell'Ue sono calate del 18% rispetto all'anno precedente. Lo ha affermato Eurofer, l'associazione europea dei produttori di acciaio, nel suo report dal titolo "Economic and Steel Market Outlook 2021-2022/Q2 2021".

In particolare, le importazioni di acciai finiti sono calate del 15% su base annua, a causa della diminuzione sia delle importazioni di prodotti piani (-15%) sia delle importazioni di prodotti lunghi (-16%). 

Eurofer ha affermato che la Turchia, la Russia, la Corea del Sud, l'India e l'Ucraina sono state le principali fonti di importazione nel 2020. Questi paesi hanno rappresentato infatti il 59% del totale delle importazioni di acciai finiti dell'Ue.

Ciononostante, le importazioni di prodotti finiti da Turchia, Cina, Ucraina e Corea del Sud sono calate rispettivamente del 29%, del 50%, del 15% e del 2%. Al contrario, le importazioni di materiale proveniente dalla Russia sono cresciute dell'8% rispetto al 2019.

Eurofer ha aggiunto che nel quarto trimestre del 2020 le importazioni di prodotti piani sono calate del 6% su base annua, mentre le importazioni di lunghi sono scese del 2%. 

In tutto il 2020 le importazioni di piani hanno rappresentato il 77% dell'import di prodotti finiti dell'Ue, mentre le importazioni di lunghi hanno rappresentato il restante 23%. 


Ultimi articoli collegati

Vietnam: fino al 2022 previste elevate esportazioni di acciai zincati nell'Ue

Acciai a grani orientati, NLMK inaugura nuova unità di trattamento laser

Francia: import/export di acciaio ancora in crescita in gennaio-luglio

Tondo: esportazioni turche in aumento nel periodo gennaio-luglio

Giappone: esportazioni di acciaio a +2,2% nel periodo gennaio-luglio