EUROFER: il pacchetto Fit for 55 sostenga l'industria nella transizione

giovedì, 16 settembre 2021 15:48:45 (GMT+3)   |   Brescia
       

Nel suo secondo discorso sullo stato dell'Unione, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha definito il Green Deal come un importante risultato e il fondamento per il futuro dell'Ue. L'industria siderurgica è leader mondiale nella decarbonizzazione e nell'innovazione e ha l'ambizione di ridurre le proprie emissioni del 55% entro il 2030 rispetto al 1990. Tuttavia secondo EUROFER, l'associazione dei produttori siderurgici europei, questo obiettivo verrà raggiunto soltanto a patto che il pacchetto "Fit for 55" crei le condizioni e gli incentivi giusti.

L'associazione ha invitato i legislatori dell'Ue a fornire accesso a energia a basso carbonio a prezzi accessibili, in particolare elettricità e idrogeno, sostegno agli investimenti nelle tecnologie pulite e un'efficace protezione dalla rilocalizzazione delle emissioni di carbonio per garantire il pieno sostegno nella transizione climatica.

Secondo EUROFER, le maggiori ambizioni climatiche e l'aumento dei prezzi del carbonio – che sono raddoppiati nell'ultimo anno e triplicati negli ultimi due – richiedono una protezione rafforzata dal trasferimento delle emissioni di carbonio.

«L'acciaio è stato al centro della comunità europea sin dalla sua fondazione nel 1950 con la Dichiarazione Schuman – ha affermato Axel Eggert, direttore generale di EUROFER –. Oggi la decarbonizzazione è sia una realtà che una necessità. Non dovremmo mettere a rischio l'acciaio europeo per errore o come danno collaterale involontario di altre politiche, poiché ciò potrebbe mettere a rischio lo stesso Stato dell'Unione nei prossimi anni. Invece, l'Ue dovrebbe cogliere l'opportunità di un'industria siderurgica che potrebbe essere il leader globale della decarbonizzazione. Ribadiamo quindi il nostro appello al presidente Von der Leyen a incontrare i CEO dell'industria siderurgica dell'Ue per un "Green Deal europeo sull'acciaio"».

Il pacchetto Fit for 55 include la revisione del sistema di scambio delle quote di emissione dell'Ue, la creazione di un meccanismo di adeguamento delle frontiere al carbonio (CBAM), varie proposte nel settore dei trasporti, la revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia e modifiche alle direttive sulle energie rinnovabili e sull'efficienza energetica.


Articolo precedente

Assofermet: in Italia inattesa ripresa dei prezzi del rottame e domanda discreta

16 nov | Notizie

Assofermet, rottami e paesi extra Ue: importante mantenere sostanziale libero scambio

04 nov | Notizie

Assofermet: settembre riconferma le incertezze

11 ott | Rottame e materie prime

Ue, industrie ad alta intensità energetica: slegare i prezzi dell’elettricità da quelli del gas naturale

30 set | Notizie

Ue: richiesta di misure immediate da parte delle industrie ad alta intensità energetica

15 set | Notizie

Assofermet: incertezza nel mercato delle materie prime

09 set | Rottame e materie prime

Axel Eggert, Ue: no all’esportazione di rifiuti in paesi con standard inferiori

06 set | Notizie

Ripresa del settore siderurgico, minacce e prospettive: il report di Allianz trade

26 lug | Notizie

Rottame, la situazione in Italia e in Europa

25 lug | Rottame e materie prime

Assofermet: la tendenza negativa nel mercato italiano del rottame persiste e si accentua

11 lug | Notizie