Diminuiscono le scorte di minerale ferroso nei porti cinesi

giovedì, 12 novembre 2020 16:08:42 (GMT+3)   |   Shanghai
       

In data 9 novembre le scorte di minerale di ferro nei 33 principali porti cinesi sono ammontate a 109,84 milioni di tonnellate, facendo registrare un calo dello 0,21% (o di 0,23 milioni di tonnellate) rispetto al 2 novembre. Lo ha comunicato l'Agenzia Nuova Cina. 

Il rimbalzo dei prezzi all'importazione del minerale di ferro è dovuto a una forte domanda e all'andamento positivo del settore siderurgico. La diminuzione delle scorte è un segnale positivo che riflette il miglioramento dell'equilibrio tra domanda e offerta. Il recente incremento dei prezzi di billette e prodotti lunghi, combinato con l'impennata dei prezzi dei future sui metalli ferrosi, ha esercitato un impatto positivo sui prezzi all'importazione del minerale ferroso. Questo trend proseguirà probabilmente anche nella prossima settimana. 


Ultimi articoli collegati

Baogang, produzione di acciaio grezzo in aumento nel periodo gennaio-giugno

Cina: prezzi dell'acciaio in calo a giugno, previsto un miglioramento a luglio

Minerale ferroso, produzione cinese in aumento nel primo semestre

Carbone: produzione in crescita in Cina nel primo semestre

Scorte di minerale pressoché stabili presso i porti cinesi