CSN prevede un aumento della produzione di minerale di ferro entro il 2023

venerdì, 14 dicembre 2018 12:05:19 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Il produttore siderurgico brasiliano Companhia Siderurgica Nacional (CSN) ha dichiarato che entro il 2023 prevede di aumentare l’output di minerale di ferro a 38 milioni di tonnellate annue, innalzandolo gradualmente rispetto alla stima di 28,5 milioni di tonnellate totali prevista per il 2018.

La società prevede una produzione di 31,5 milioni di tonnellate per il 2019, 30,7 milioni di tonnellate per il 2020, 36,6 milioni di tonnellate per il 2022 e 38 milioni di tonnellate per il 2023.

CSN ha riferito che l'output derivante dalla sinterizzazione, che nel 2018 è previsto raggiunga i 25 milioni di tonnellate annue, dovrebbe guidare la crescita della produzione di minerale di ferro. La produzione di pellet dovrebbe rappresentare i restanti 3,5 milioni di tonnellate annue nella previsione dei 28,5 milioni di tonnellate di output totale di minerale di ferro nel 2018.


Ultimi articoli collegati

Produzione brasiliana di acciaio grezzo in crescita ad agosto

Minerale di ferro, Vale punta a un forte aumento della capacità produttiva

Vale chiude definitivamente un impianto di manganese

Brasile: Samarco conferma la ripartenza a dicembre

Vale ha 15 giorni per rispondere al congelamento beni