Crisi dei chip: ArcelorMittal Florange ferma due linee per la produzione di zincati

mercoledì, 27 ottobre 2021 16:07:00 (GMT+3)   |   Brescia
       

Lo stabilimento ArcelorMittal di Florance in Francia fermerà due linee di produzione a causa del rallentamento del settore auto dovuto a sua volta alla crisi dei semiconduttori. Lo ha annunciato ieri 26 ottobre la direzione aziendale, specificando che le linee interessate sono quelle che producono acciai zincati per l'automotive: Galsa 1 rimarrà ferma dal 28 ottobre fino al 7 novembre, mentre Galsa 2, inaugurata poco più di un mese fa, interromperà le operazioni dall'8 al 15 novembre e poi di nuovo dal 18 al 22 dello stesso mese. ArcelorMittal sta pensando anche a uno stop aggiuntivo degli impianti per il 26 e il 27 dicembre. 

Il management ha fatto sapere che nei periodo di fermo verranno effettuate manutezioni e che i dipendenti interessati –  400-500 secondo le stime dei sindacati – saranno invitati a prendere ferie, a fare formazione o a lavorare su alcune linee secondarie. Julien Walterspieler del sindacato CFDT ha affermato che alcuni lavoratori potranno «rafforzare il settore del packaging [imballaggi e lattine] che in questo momento sta andando molto bene».

Tuttavia, per Frédéric Weber del sindacato Force Ouvrière, è possibile «che la situazione prosegua all'inizio del 2022 e che pesi sul periodo dei negoziati annuali obbligatori (NAO)». 


Ultimi articoli collegati

Cinzia Vezzosi (EuRIC): restrizioni all'export Ue di rottame? Serve gradualità

Coils a caldo: prezzi stabili nell'Ue, prevale l'ottimismo

Coils a caldo: cresce l'ottimismo nel mercato dell'Ue

Pomini Long Rolling Mills diventa parte del Gruppo Callista

Accordo Usa-Ue: soddisfazione da parte di Eurofer