Coking coal, importazioni in calo in Turchia a marzo

venerdì, 21 maggio 2021 12:44:44 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A marzo di quest'anno la Turchia ha importato 405.537 tonnellate di coking coal, dato in calo del 20,7% su base mensile e del 48,3% su base annua, secondo quanto comunicato dall'istituto di statistica turco. Il valore delle stesse importazioni è ammontato a 45,1 milioni di dollari, facendo registrare flessioni del 26,3% rispetto al mese precedente e del 55,8% in termini tendenziali.

Nei primi tre mesi dell'anno l'import turco di coking coal è ammontato a 1,57 milioni di tonnellate, registrando un aumento del 10% su base annua. In valore, l'import è ammontato a 181,34 milioni di dollari, facendo segnare una diminuzione dello 0,8%. 

Nello stesso periodo la Turchia ha importato coking coal dall’Australia per 758.070 tonnellate e dagli Stati Uniti per 391.711 tonnellate. Di seguito, i principali esportatori di coking coal in Turchia. 

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gen-mar 2021

Gen-mar 2020

Var. (%)

Mar 2021

Mar 2020

Var. (%)

Australia

758.079

262.903

188,35

270.380

262.903

2,84

USA

391.711

596.522

-34,33

78.540

215.705

-63,59

Canada

213.102

376.319

-43,37

-

205.459

-

Russia

151.634

71.685

111,53

56.617

37.598

50,59

Colombia

59.026

123.123

-52,06

-

62.099

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: BMS firma accordo per export in USA

Turchia: forte aumento dell'export di tubi e profilati saldati longitudinalmente a maggio

Coils a freddo, importazioni in calo in Turchia a maggio

Turchia: importazioni di coils a caldo quasi triplicate a maggio

Turchia: esportazioni di coils a caldo in crescita a maggio