Coils a caldo, crescono le importazioni negli USA

venerdì, 30 luglio 2021 09:43:49 (GMT+3)   |   San Diego
       

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha comunicato che nel mese di giugno di quest'anno le importazioni negli USA di fogli laminati a caldo (HRC) sono state pari a 310.865 tonnellate, dato in crescita del 47,9% rispetto a maggio e del 181,5% rispetto a giugno 2020. In valore l'import di HRC è ammontato a 282,9 milioni di dollari, contro i 190,3 milioni del mese precedente e i 63 milioni di giugno 2020. 

Gli USA hanno importato la maggior parte dei volumi dal Canada: 150.277 tonnellate, rispetto alle 128.112 tonnellate di maggio e alle 65.676 tonnellate di giugno 2020. Altre fonti di rilievo sono state la Corea del Sud con 56.368 t, il Giappone con 37.794 t, la Turchia con 37.150 t e i Paesi Bassi con 19.033 t. 


Articolo precedente

Stati Uniti: coils a caldo e a freddo “per lo più stabili” su base settimanale

03 ott | Piani e bramme

Giappone: in calo l’export di acciaio nel periodo gennaio-agosto

03 ott | Notizie

Europa, coils laminati a caldo: prezzi ancora stabili, lento il commercio locale e import

30 set | Piani e bramme

Coils a caldo: importazioni indiane in aumento, prezzi competitivi

28 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Cina: offerte export ancora in calo nonostante il recupero dei prezzi locali e dei future

27 set | Piani e bramme

India, coils laminati a caldo: le acciaierie si concentrano sulle vendite locali

27 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Turchia: gli acquirenti locali preferiscono importare a prezzi inferiori

27 set | Piani e bramme

Emirati Arabi, import coils a caldo: commercio ancora fiacco, i fornitori indiani in attesa

23 set | Piani e bramme

Coils a caldo, UE: prezzi stabili, ma scorte elevate e scarsa domanda

22 set | Piani e bramme

Cina, coils a freddo: deboli i prezzi export

22 set | Piani e bramme