CISA: i prezzi degli acciai finiti registreranno variazioni limitate nel secondo semestre

martedì, 09 luglio 2019 09:55:58 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Il vice presidente della China Iron and Steel Association (CISA) Qu Xiuli ha dichiarato che nella seconda parte del 2019 i prezzi del minerale di ferro importato nel paese asiatico difficilmente continueranno a crescere, ma al contrario subiranno delle diminuzioni per poi oscillare all’interno di un range limitato.

Qu ha sottolineato che la produzione cinese di acciaio grezzo ha superato i 400 milioni di tonnellate nel periodo compreso tra gennaio e maggio, crescendo del 10,2% in più su base annua. Allo stesso tempo, i prezzi di tondo e vergella hanno registrato un andamento migliore rispetto a quelli degli acciai piani.

Nei primi cinque mesi le imprese associate CISA hanno raggiunto un utile lordo complessivo di 85,5 miliardi di yuan (12,5 miliardi di dollari), dato in calo del 18,15% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Secondo il funzionario della CISA la domanda degli utilizzatori finali di acciaio potrebbe diminuire a causa delle misure di protezione ambientale e del calo della redditività delle industrie a valle. Date le circostanze, i prezzi degli acciai finiti in Cina non dovrebbero registrare forti variazioni nel secondo trimestre.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia