Cina: ulteriore incremento dei prezzi dell’acciaio a novembre

venerdì, 18 dicembre 2020 17:19:32 (GMT+3)   |   Shanghai
       

La China Iron and Steel Association (CISA) ha affermato che nel mese di novembre la domanda in Cina è rimasta su livelli soddisfacenti, esercitando un impatto positivo sui prezzi dell'acciaio. Tuttavia, l'abbassamento delle temperature influenzerà negativamente i prezzi nel breve periodo. Secondo l'associazione ci sono una serie di fattori a cui gli operatori del mercato cinese degli acciai finiti dovranno prestare attenzione nel prossimo periodo.  

Il livello delle scorte di acciai finiti è diminuito nell'ultimo periodo. Al 30 novembre le scorte in Cina ammontavano a 11,3721 milioni di tonnellate, dato in calo di 1,1978 milioni di tonnellate (-9,53%) rispetto al 20 novembre. 

Secondo gli ultimi dati del National Bureau of Statistics (NBS), nel mese di novembre la produzione cinese di acciaio grezzo e acciai finiti è ammontata rispettivamente a 87,66 milioni di tonnellate (+8% in termini tendenziali) e 117,34 milioni di tonnellate (+10,8%), mentre la produzione media giornaliera di acciaio grezzo dei produttori siderurgici è ammontata a 2,922 milioni di tonnellate (-1,7% su base mensile). 

Intanto, l'indice dei prezzi del minerale ferroso cinese (CIOPI) si è attestato a 155,15 $/t in data 11 dicembre, registrando un aumento del 71,4% rispetto a inizio anno e marcando un record storico. Nella stessa data, l'indice dei prezzi dell'acciaio composito (CSPI) è cresciuto del 6,52%. Il forte aumento dei prezzi del minerale di ferro rispetto ha causato una riduzione della redditività dei produttori siderurgici. 


Ultimi articoli collegati

Produzione di carbone in lieve aumento in Cina nel 2020

Crescita della produzione giornaliera di acciaio in Cina

Cina: esportazioni di acciaio in calo nel 2020

Cina: importazioni di acciaio in crescita nel 2020

Calano le scorte di minerale ferroso nei porti cinesi