Cina: Tangshan impone misure d’emergenza di livello 2 contro l’inquinamento

martedì, 23 aprile 2019 11:32:42 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Il governo municipale della città cinese di Tangshan, situata nella provincia dello Hebei, ha annunciato che, a causa dell’aumento dell’inquinamento atmosferico, ha deciso di attuare misure di emergenza di livello 2 a partire dalle 8:00 del 20 aprile, fino alle 24:00 del 25 aprile.

In particolare, le macchine di sinterizzazione appartenenti alla categoria A e situate all’esterno dell’area urbana dovranno arrestare il 40% della loro capacità, mentre le macchine situate all’interno dell’area urbana dovranno arrestarne il 50%. Inoltre, le macchine di categoria B interromperanno il 60% della loro capacità mentre quelle di categoria C dovranno sospendere il 70% della loro capacità. Le macchine di sinterizzazione di categoria D, infine, arresteranno completamente l’attività produttiva nel periodo indicato.

Allo stesso tempo, le cokerie di categoria A dovranno estendere il loro periodo di carbonizzazione di almeno 28 ore, mentre le cokerie di categoria B e C dovranno estenderlo di almeno 36 ore, e ciò provocherà una riduzione dell’output di coke.

Le imprese impegnate nell'estrazione e nella frantumazione dei minerali, invece, dovranno cessare le operazioni.

Nel periodo in questione, ai veicoli utilizzati per il trasporto e la distribuzione non sarà permesso entrare o lasciare l’area portuale e, analogamente, i veicoli di trasporto non sono autorizzati ad entrare o uscire dalle fabbriche nei settori della siderurgia, della cokeria, dei metalli non ferrosi, dell'alimentazione elettrica e dell'industria chimica.


Ultimi articoli collegati

Ministro Gualtieri: «Ilva resti con un azionista di maggioranza privato»

Produzione argentina di acciaio grezzo in calo a dicembre e nel 2019

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia