Cina: Tangshan impone misure d'emergenza contro l'inquinamento atmosferico

lunedì, 04 marzo 2019 12:18:49 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Il governo municipale della città cinese di Tangshan, situata nella provincia dello Hebei, ha annunciato che, a causa dell’aumento dell’inquinamento atmosferico, ha deciso di attuare misure di emergenza a partire dalle 00:00 del 1° marzo, fino alle 08:00 del 6 marzo.

In particolare, le macchine di sinterizzazione appartenenti alla categoria A e situate all’esterno dell’area urbana dovranno arrestare il 40% della loro capacità, mentre le macchine situate all’interno dell’area urbana dovranno arrestarne il 50%. Inoltre, le macchine di categoria B interromperanno il 60% della loro capacità mentre quelle di categoria C dovranno sospendere il 70% della loro capacità. Le macchine di sinterizzazione di categoria D, infine, arresteranno completamente l’attività produttiva nel periodo indicato.

Allo stesso tempo, le imprese impegnate nell'estrazione e nella frantumazione dei minerali dovranno cessare le operazioni.

Nel periodo in questione, ai veicoli utilizzati per il trasporto e la distribuzione non sarà permesso entrare o lasciare l’area portuale e, analogamente, i veicoli di trasporto non sono autorizzati ad entrare o uscire dalle fabbriche nei settori della siderurgia, della cokeria, dei metalli non ferrosi, dell'alimentazione elettrica e dell'industria chimica.


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia