Cina: l'export di acciai finiti dovrebbe fermarsi a 70 milioni di tonnellate nel 2018

martedì, 13 novembre 2018 10:54:23 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Il 10 novembre, intervenendo ad un forum del settore, Qu Xiuli, vice presidente di China Iron and Steel Association (CISA), ha dichiarato che l’industria siderurgica cinese insisterà sullo sviluppo ecologico e promuoverà il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni.

Secondo quanto riportato da Qu Xiuli, nel periodo da gennaio a settembre di quest’anno, in Cina il consumo energetico totale per tonnellata di acciaio grezzo prodotta è diminuito del 2,77% su base annua. Xiuli ha affermato inoltre che i prezzi dell’acciaio in Cina potrebbero registrare oscillazioni nel prossimo periodo, mentre le esportazioni di acciai finiti dovrebbero registrare un calo su base annua nell’intero 2018, ammontando a 70,0 milioni di tonnellate.


Ultimi articoli collegati

Cina: export di fogli e lamiere in calo nei primi sei mesi del 2020

Coking coal: import in crescita in Cina, Australia principale fornitrice

Cina: a giugno l'import di acciaio supera l'export

Cina: export in difficoltà anche nel secondo semestre 2020 secondo il presidente CISA

Cina raddoppia l'import di acciaio a giugno, mentre l'export continua a calare