Cina: calano le scorte dei cinque principali prodotti finiti

martedì, 15 dicembre 2020 18:14:50 (GMT+3)   |   Shanghai
       

A inizio dicembre (1-10 dicembre) le scorte dei cinque principali prodotti siderurgici in venti città della Cina sono ammontate a 7,6 milioni di tonnellate. Il dato è risultato in calo di 0,77 milioni di tonnellate o del 9,2% rispetto all'ultima decade di novembre.

Nello specifico, le scorte di coils a caldo (HRC), coils a freddo (CRC), lamiere medie comuni, vergella e tondo per cemento armato sono ammontate rispettivamente a 1,37 milioni di tonnellate (-9,9%), 0,94 milioni di tonnellate (-6%), 0,90 milioni di tonnellate (-4,3%), 1,19 milioni di tonnellate (-4,8%) e 3,2 milioni di tonnellate (-12,6%). Tutte le variazioni sono calcolate rispetto al 30 novembre.

Nel periodo in oggetto la domanda è stata soddisfacente grazie all’incremento dei prezzi dell’acciaio, eccetto che in Cina del Nord, dove l’abbassamento delle temperature ne ha influenzato negativamente l’andamento. Più recentemente i prezzi hanno cominciato a subire correzioni ribassiste che potrebbero portare a un incremento delle scorte. 


Ultimi articoli collegati

Cina: crescono le scorte dei cinque principali prodotti finiti

Prezzi di tondo e vergella a Taiwan – settimana 1

Cina: Shagang alza i prezzi dei piani

Cina: in crescita la produzione di tondo e vergella nel periodo gennaio-novembre

Cina: cresce la produzione di coils a novembre