Calo delle importazioni di acciaio negli USA a giugno

martedì, 28 luglio 2020 15:07:31 (GMT+3)   |   San Diego
       

Secondo i dati diffusi dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, a giugno 2020 gli USA hanno importato in totale 1.262.188 tonnellate di acciaio, registrando diminuzioni del 22,8% su base mensile e del 31,8% su base annua. In valore, l’import è ammontato a 1,19 miliardi di dollari, rispetto agli 1,41 miliardi di maggio e gli 1,81 miliardi di giugno 2019. 

Le principali fonti di acciaio per gli Stati Uniti sono state il Canada con 335.962 tonnellate, il Messico con 217.887 tonnellate, la Corea del Sud con 169.317 tonnellate, la Germania con 75.689 tonnellate e Taiwan con 59.128 tonnellate.

I principali prodotti importati sono stati fogli e nastri zincati a caldo con 153.243 tonnellate, a seguire coils laminati a caldo con 110.388 tonnellate, OCTG con 92.757 tonnellate, coils a freddo con 80.906 tonnellate, tubi con 77.424 e tondo per cemento armato con 70.446 tonnellate.

Secondo quanto comunicato dall'American Iron and Steel Institute (AISI), la quota di mercato delle importazioni di acciaio degli Stati Uniti è stata del 21%, rispetto al 23% del mese precedente e al 19% da inizio anno ad oggi.


Ultimi articoli collegati

USA: importazioni di acciaio dimezzate ad agosto su base mensile

USA: export di tondo in crescita a luglio

In calo a luglio l'import USA di tubolari strutturali

USA: US Steel annuncia un nuovo aumento sui prezzi dei piani

Export USA di acciaio in crescita tra giugno e luglio