Calano le scorte di minerale ferroso nei porti cinesi

mercoledì, 13 gennaio 2021 17:21:01 (GMT+3)   |   Shanghai
       

In data 11 gennaio le scorte di minerale di ferro nei 33 principali porti cinesi sono ammontate a 106,06 milioni di tonnellate, facendo registrare una diminuzione dell’1,22% (o di 1,31 milioni di tonnellate) rispetto al 4 gennaio. Lo ha comunicato l'Agenzia Nuova Cina.

I prezzi del minerale di ferro di importazione sono aumentati nello stesso periodo per via degli incrementi dei prezzi future e della stabilità della domanda, specialmente poihé l'offerta di alcuni tipi di minerale di ferro è stata limitata. Una buona quantità di materiale è arrivata nei porti cinesi, tuttavia i timori di una carenza di offerta nel breve periodo ne hanno rafforzato gli acquisti.

I tassi di utilizzo della capacità degli altiforni sono diminuiti a causa dei nuovi casi di coronavirus nella Cina del Nord, nonché per via dell'indebolimento della domanda da parte degli utenti a valle durante la tradizionale bassa stagione. Nonostante ciò, i produttori siderurgici potrebbero cominciare a ricostituire le proprie scorte di minerale ferroso per la stagione invernale prima dell'inizio del capodanno cinese (11-17 febbraio), sostenendo i prezzi. Le quotazioni del minerale di ferro di importazione potrebbero rimanere su livelli elevati nel breve periodo dal momento che gli operatori di mercato mantengono una visione ottimistica sull'andamento del mercato globale.


Ultimi articoli collegati

Produzione di carbone in lieve aumento in Cina nel 2020

Carbone e lignite, crescono le importazioni in Cina nel 2020

Importazioni di minerale ferroso a +9,5% in Cina nel 2020

Incremento delle scorte di minerale ferroso nei porti cinesi

Acciaio, in Cina la produzione supererà il miliardo di tonnellate quest'anno