Cala l'export turco di coils a caldo, l'Italia resta la prima destinazione

mercoledì, 20 gennaio 2021 13:28:43 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel mese di novembre dello scorso anno la Turchia ha esportato coils laminati a caldo (HRC) per 153.035 tonnellate, in calo del 26,7% rispetto a ottobre e del 30% su base annua, secondo gli ultimi dati pubblicati dall’Istituto di statistica turco (TUIK). Il valore di queste esportazioni è stato pari a 76,4 milioni di dollari, in diminuzione del 20,8% rispetto a ottobre e del 23,4% rispetto a novembre 2019. 

Nel periodo gennaio-novembre 2020 le esportazioni di HRC dalla Turchia sono state pari a 2,37 milioni di tonnellate, in calo del 16,6% su base annua. A queste è corrisposto un valore di 1,09 miliardi di dollari, in ribasso del 25,9%. 

L'Italia è stata la principale destinazione con importazioni pari a 826.821 tonnellate, il 14,9% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019, seguita dall'Egitto che ha importato 338.781 tonnellate. 

Le principali destinazioni degli HRC turchi nei primi undici mesi dell’anno sono state le seguenti: 

Paese  

Volume (t)  

   

   

   

   

   

   

Gen-nov 2020  

Gen-nov 2019  

Var. (%)  

Novembre 2020  

Novembre 2019  

Var. (%) 

Italia 

826.821 

971.545 

-14,90 

41.261 

105.193 

-60,78 

Egitto 

338.781 

224.589 

50,84 

22.090 

39.969 

-44,73 

Spagna 

313.238 

520.292 

-39,80 

8.990 

11.982 

-24,97 

Bulgaria 

150.361 

125.162 

20,13 

16.411 

Pakistan 

115.739 

56.969 

103,16 

58.503 

Cina 

92.007 

Grecia 

79.075 

97.158 

-18,61 

1.657 

13.147 

-87,40 

Belgio 

67.176 

127.594 

-47,35 

Portogallo 

66.500 

187.887 

-64,61 

4.504 

Sudafrica 

58.204 

10.674 

445,29 

 


Ultimi articoli collegati

Turchia: calo delle importazioni di rottame a gennaio rispetto a dicembre

Turchia: importazioni di ghisa in calo nel 2020

Turchia: importazioni di coils a freddo in crescita nel 2020

Turchia, associazione produttori di acciaio: il 2021 sarà un anno migliore del precedente

Turchia: importazioni di coils a caldo in calo nel 2020