Brasile: ricorso contro l'accordo tra Vale e l'ufficio del procuratore generale

giovedì, 01 ottobre 2020 14:46:25 (GMT+3)   |   San Paolo
       

I pubblici ministeri brasiliani hanno presentato ricorso contro l'accordo recentemente ratificato tra Vale e l'ufficio del procuratore generale del Brasile (noto come AGU), per un valore di 250 milioni di real (44,4 milioni di dollari). I pubblici ministeri si sono rivolti ad una corte superiore, chiedendone l'annullamento.

La precedente decisione del tribunale ha permesso a Vale di regolare le sanzioni inflitte dal regolatore ambientale Ibama a seguito del crollo della diga di Brumadinho, che causò 270 vittime. Ora, i pubblici ministeri sostengono che il giudice che ha approvato l’accordo non aveva l’autorità per farlo.

L'accordo con l'AGU non esclude azioni legali e pretese che altri enti hanno o potrebbero avanzare contro Vale.


Ultimi articoli collegati

Produzione brasiliana di acciaio grezzo in crescita a settembre

Tribunale brasiliano nega il congelamento dei beni di Vale

Brasile: l'agenzia mineraria ferma quarantacinque dighe

Export di minerale ferroso brasiliano in forte crescita a settembre

Tribunale brasiliano ordina a Vale due sospensioni di attività