Brasile: l'industria siderurgica sta operando al 66% della capacità

venerdì, 05 aprile 2019 15:02:39 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Secondo quanto riferito da un dirigente di Companhia Siderurgica Nacional (CSN), l’industria siderurgica brasiliana sta attualmente operando al 66% della propria capacità, a fronte di un miglioramento delle prospettive relative al mercato interno.

David Salama, direttore esecutivo di CSN, ha dichiarato durante la conferenza sui mercati dell’acciaio in America Latina di S&P Global Platts a San Paolo che il settore siderurgico locale è in ripresa. Secondo Salama, l’utilizzo della capacità in Brasile raggiungerà il 70,5% nel 2019, rispetto al 69% del 2018 e al 68,2% del 2017.

Il direttore esecutivo di CSN ha affermato che la crescita dell’utilizzo della capacità dovrebbe aiutare i produttori di acciaio locali a riattivare gli altiforni chiusi precedentemente a causa della carenza di domanda domestica.

Sempre secondo Salama, le società dovrebbero continuare a concentrarsi sul soddisfare il mercato domestico, perché “vogliamo migliorare la nostra quota di mercato nei prodotti siderurgici rivestiti”.

Inoltre, Salama ha detto che il segmento del mercato automobilistico locale richiede prodotti in acciaio rivestito, e pertanto sta aiutando l'industria siderurgica brasiliana in questo processo di ripresa.


Ultimi articoli collegati

Corte brasiliana impedisce il licenziamento di lavoratori da parte di Usminas

Crescono i prezzi del minerale ferroso brasiliano

Vale: entro il 2021 il recupero di 44 milioni di tonnellate di capacità produttiva

Vale, risarcimento milionario a una famiglia vittima dell'incidente di Brumadinho

Brasile: ArcelorMittal investe su un nuovo impianto di tubi