Brasile: industria siderurgica si aspetta che Biden riveda le quote sull'import

martedì, 06 aprile 2021 13:26:47 (GMT+3)   |   San Paolo
       

L’industria siderurgica brasiliana si aspetta che il Presidente USA Joe Biden riveda e allenti le restrizioni sulle quote imposte al Brasile sull’export di acciai finiti, secondo quanto riportato dal quotidiano locale Valor.

Biden prevede di investire 2,3 trilioni di dollari in progetti infrastrutturali e Marco Lopes, presidente dell'associazione siderurgica brasiliana lABr, ha dichiarato di aspettarsi un rilassamento delle restrizioni dal momento che le acciaierie statunitensi non sono in grado di fornire tutti i materiali necessari. A beneficiare dell'aumento della domanda statunitense, si legge nell'articolo di Valor, sarebbero i produttori siderurgici brasiliani Ternium Brazil, Companhia Siderurgica do Pecem (di proprietà di Vale, POSCO e Dongkuk), ArcelorMittal Brasil e Gerdau.

Annualmente il paese sudamericano esporta negli Stati Uniti 2,3 miliardi di dollari di acciai finiti e importa 1 miliardo di dollari di carbone metallurgico per la produzione. Qualora il Brasile producesse più acciaio per esportarlo negli USA, avrebbe bisogno di importare maggiori volumi di carbone metallurgico dal paese nordamericano.


Ultimi articoli collegati

Samarco, tribunale brasiliano accoglie la richiesta di protezione fallimentare

Brasile: Samarco presenta istanza di protezione fallimentare

Brasile: possibili stop alla produzione di ghisa causa carenza di granuli di minerale

Toyota sospende la produzione in Brasile

Produzione brasiliana di acciaio grezzo in crescita a febbraio