Billette, importazioni in crescita in Turchia nei primi nove mesi

giovedì, 05 novembre 2020 17:38:31 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A settembre di quest'anno le importazioni di billette e blumi in Turchia sono cresciute del 178,9% su base mensile e del 233,9% su base annua, attestandosi a 220.926 tonnellate. È quanto si apprende dagli ultimi dati dell'Ufficio di statistica turco (TUIK). In valore, l'import ha generato 93,28 milioni di dollari, registrando una crescita del 151,1% su base mensile e del 181,9% su base annua.

Nei primi nove mesi del 2020 la Turchia ha importato 1,3 milioni di tonnellate di billette, dato in crescita dell’8,6% annuo, mentre il valore delle stesse importazioni è calato del 6,4% a 551,65 milioni di dollari. 

Nel periodo in oggetto la Turchia ha importato 820.742 tonnellate di billette e blumi dalla Russia, dato che ha fatto segnare una crescita dell’11,7% su base annua. La seconda fonte di importazioni è stata l’Ucraina con 331.946 tonnellate.  

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di blumi e billette per la Turchia nei primi nove mesi del 2020.

Paese 

Volume (t) 

  

  

  

  

  

  

Gen-set 2020 

Gen-set 2019 

Var. (%) 

Settembre 2020 

Settembre 2019 

Var. (%)

Russia

820.742

734.796

11,70

168.298

35.487

374,25

Ucraina

331.946

285.976

16,07

18.941

7.560

150,54

Bielorussia

36.465

20.386

78,87

13.341

-

-

Libia

30.628

-

-

5.046

-

-

Georgia

26.402

61.738

-57,24

4.038

8.028

-49,70

Germania

12.627

13.373

-5,58

1.202

1.385

-13,21


Ultimi articoli collegati

Billette, ulteriore rialzo dei prezzi in Turchia

Coking coal, importazioni in calo in Turchia a settembre

Fatturato in crescita per il produttore turco IDC

Coils a caldo, Italia prima destinazione delle esportazioni turche in gennaio-settembre 

Turchia: esportazioni di vergella in calo nei primi nove mesi