Billette, importazioni in crescita in Turchia nei primi dieci mesi

venerdì, 11 dicembre 2020 13:18:45 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A ottobre di quest'anno le importazioni di billette e blumi in Turchia sono diminuite del 56,6% su base mensile e aumentate del 36,7% su base annua, attestandosi a 95.858 tonnellate. È quanto si apprende dagli ultimi dati dell'Ufficio di statistica turco (TUIK). In valore, l'import ha generato 46,58 milioni di dollari, registrando una diminuzione del 50,1% su base mensile e una crescita del 38,8% su base annua.

Nei primi dieci mesi del 2020 la Turchia ha importato 1,4 milioni di tonnellate di billette, dato in crescita del 10,2% in termini tendenziali, mentre il valore delle stesse importazioni è calato del 4% a 598,24 milioni di dollari.

Nel periodo in oggetto la Turchia ha importato 89.991 tonnellate di billette e blumi dalla Russia, dato che ha fatto segnare una crescita del 14,15% su base annua. La seconda fonte di importazioni è stata l’Ucraina con 345.919 tonnellate.

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di blumi e billette per la Turchia nei primi dieci mesi del 2020.

Paese  

Volume (t)  

   

   

   

   

   

   

Gen-ott 2020  

Gen-ott 2019  

Var. (%)  

Ottobre 2020  

Ottobre 2019  

Var. (%) 

Russia

891.991

781.389

14,15

71.181

46.593

52,77

Ucraina

345.919

303.400

14,01

13.974

17.424

-19,80

Bielorussia

36.465

20.386

78,87

-

-

-

Libia

30.628

-

-

-

-

-

Georgia

30.412

65.547

-53,60

4.010

3.809

5,28

Germania

13.833

14.681

-5,78

1.207

1.308

-7,72


Ultimi articoli collegati

Kardemir chiude le vendite di billette

Billette e bramme, in continuo rialzo le offerte dall'Iran

Turchia apre indagine sull'import di coils a caldo da UE e Corea del Sud

Turchia aggiorna dazi su alcuni prodotti siderurgici

Billette, prezzi in rialzo in Turchia