Billette, importazioni in calo in Turchia nel 2020

giovedì, 04 febbraio 2021 16:50:38 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A dicembre 2020 le importazioni di billette e blumi in Turchia sono aumentate dell'1,9% su base mensile ma calate del 66,5% su base annua, attestandosi a 82.010 tonnellate. È quanto si apprende dagli ultimi dati dell'ufficio di statistica turco (TUIK). In valore, l'import ha generato 41,41 milioni di dollari, registrando un incremento del 6,2% su base mensile e una diminuzione del 55,3% su base annua.  

In tutto il 2020 la Turchia ha importato 1,44 milioni di tonnellate di billette, dato in calo del 6,5% rispetto al 2019, mentre il valore delle stesse importazioni è calato del 14%, fermandosi a 628,26 milioni di dollari.  

Nel periodo in oggetto la Turchia ha importato 922.698 tonnellate di billette e blumi dalla Russia, dato che ha fatto segnare una flessione del 5,86% su base annua. La seconda fonte di importazioni è stata l'Ucraina con 350.124 tonnellate.  

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di blumi e billette per la Turchia. 

Paese  

Volume (t)  

  

  

  

  

  

  

2020 

2019 

Variazione (%) 

Dicembre 2020 

Dicembre 2019 

Variazione (%) 

Russia

922.698

980.105

-5,86

24.507

150.386

-83,70

Ucraina

350.124

345.008

1,48

40.948

53.180

-23,00

Bielorussia

36.465

20.386

78,87

-

-

-

Georgia

34.381

73.167

-53,01

3.969

3.807

4,26

Libia

30.628

14.931

105,13

-

-

-

Azerbaigian

15.493

25.372

-38,94

4.088

-

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: calo delle importazioni di rottame a gennaio rispetto a dicembre

Turchia: Kardemir chiude vendite di billette a prezzi competitivi

Turchia: importazioni di ghisa in calo nel 2020

Turchia, associazione produttori di acciaio: il 2021 sarà un anno migliore del precedente

Turchia: export di coils a caldo in calo nel 2020, Italia prima destinazione