Auto, la crisi del chip ferma lo stabilimento Opel di Eisenach

lunedì, 04 ottobre 2021 15:47:04 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Opel ha annunciato la chiusura temporanea dello stabilimento di Eisenach a causa della carenza sia di semiconduttori sia di manodopera creata dalla pandemia.

Lo stop sarà di almeno tre mesi, visto che il costruttore tedesco di auto si augura di poter riaprire per l'inizio del 2022.

La chiusura, unita al ricorso al Kurzarbeit (strumento tedesco analogo alla cassa integrazione italiana) per i circa 1.300 lavoratori coinvolti, ha sorpreso i sindacati, che hanno lamentato la mancanza di una discussione sul tema nella riunione dello scorso 28 settembre con la direzione aziendale. 

Opel ha deciso di concentrare l'intera produzione della Grandland X nell'mpianto francese di Sochaux, dove non ci sarebbe alcun piano per interrompere o, comunque, rallentare le catene di montaggio.


Articolo precedente

Germania: in aumento le immatricolazioni di auto a ottobre

28 nov | Notizie

Veicoli commerciali, immatricolazioni in calo nel periodo gennaio-ottobre

25 nov | Notizie

Auto, immatricolazioni in calo nell'Ue nel periodo gennaio-ottobre

22 nov | Notizie

Veicoli commerciali, immatricolazioni in calo nel periodo gennaio-settembre in Europa

26 ott | Notizie

Auto, immatricolazioni in calo nell'Ue nel periodo gennaio-settembre

20 ott | Notizie

Germania: in aumento le immatricolazioni di auto a settembre

14 ott | Notizie

Veicoli commerciali, immatricolazioni in calo nel periodo gennaio-agosto in Europa

23 set | Notizie

Auto, immatricolazioni in calo nell'Ue nel periodo gennaio-agosto

16 set | Notizie

Europa: immatricolazioni di veicoli commerciali in calo nel primo semestre

27 lug | Notizie

Germania: la guerra in Ucraina impatta sulle forniture di componenti per auto

30 mar | Notizie