Australia: export di minerale ferroso da Port Hedland in calo tra dicembre e gennaio

martedì, 12 febbraio 2019 10:39:34 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel mese di gennaio le spedizioni di minerale ferroso in partenza da Port Hedland (Australia) sono ammontate a 41,76 milioni di tonnellate, facendo registrare un calo dell’8,7% su base mensile e un aumento dell’1,7% su base annua.

Secondo le informazioni fornite dall'autorità portuale di Port Hedland, nel mese di gennaio le spedizioni verso la Cina sono ammontate a 35,14 milioni di tonnellate, calando del 6% su base mensile ma aumentando dell’1,4% su base annua. Oltre alla Cina, altre importanti destinazioni del minerale di ferro in partenza da Port Hedland sono state la Corea del Sud (3,61 milioni di tonnellate) e il Giappone (1,74 milioni di tonnellate).

Port Hedland gestisce la produzione delle miniere di proprietà di BHP Billiton, Atlas Iron e Fortescue Metals Group nella ricca regione di minerale ferroso di Pilbara, nell'Australia occidentale.


Ultimi articoli collegati

Ministro Gualtieri: «Ilva resti con un azionista di maggioranza privato»

Produzione argentina di acciaio grezzo in calo a dicembre e nel 2019

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia