Australia, avviate indagini antidumping su determinati acciai rivestiti in alluminio-zinco

lunedì, 20 luglio 2020 12:56:42 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La Commissione antidumping australiana (ADC) ha comunicato di aver avviato un’indagine antidumping sulle importazioni di acciai laminati piani con rivestimento in alluminio-zinco (Al-Zn) di larghezza pari o superiore a 600 millimetri provenienti da Corea del Sud, Taiwan e Vietnam, nonché sulle importazioni di acciai zincati con rivestimento in alluminio-zinco di larghezza pari o inferiore a 600 millimetri provenienti da Cina e Vietnam. La commissione ha inoltre avviato un’indagine antisussidi sui prodotti in acciaio rivestito provenienti dal Vietnam.

Le indagini sono state lanciate sulla base di una denuncia presentata dal produttore locale Blue Scope Limited, il quale ha sostenuto che i prodotti sono stati esportati da Vietnam, Cina, Corea del Sud e Taiwan a prezzi inferiori rispetto al fair value. La commissione ha dichiarato che l'inchiesta copre il periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.

I prodotti in oggetto sono attualmente classificati con i codici tariffari 7210.61.00, 7212.50.00, 7225.99.00 e 7226.99.00.


Ultimi articoli collegati

Canada: risultati definitivi dell'indagine sull'import di fogli in acciaio anticorrosione

USA: margine di dumping definitivo per l'import di coils a caldo dell'australiana BlueScope

USA: produttore turco Erdemir esentato dal dazio antidumping sui coils a caldo

Regno Unito: annunciate le quote sulle importazioni di acciaio del dopo-Brexit

Commissione UE avvia indagine sull'import di piani inox laminati a freddo da India e Indonesia