ArcelorMittal e i suoi asset italiani iniziano ad operare come due entità commerciali separate

mercoledì, 11 novembre 2020 18:35:25 (GMT+3)   |   Brescia
       

SteelOrbis ha appreso che a partire da ieri, 10 ottobre, seconda una nota aziendale interna, ArcelorMittal e ArcelorMittal Italia – costituita dallo stabilimento Ilva di Taranto e dalle sue controllate – opereranno come due entità commerciali distinte.

Una fonte ha spiegato che un'entità venderà la produzione degli stabilimenti europei di ArcelorMittal presenti al di fuori dall'Italia, mentre ArcelorMittal Italia venderà il proprio materiale sotto il nuovo direttore commerciale (chief marketing officer) Alessandro Faroni, che ha sostituito Carlo Malasomma.

«Non sappiamo ancora quale sia lo scopo esatto di questa divisione, ma da un punto di vista pratico è come avere i dipendenti di ArcelorMittal in competizione tra loro», ha commentato la stessa fonte, aggiungendo: «Credo che questa separazione sia funzionale a qualcosa che sarà evidente più avanti, penso nelle prossime settimane». 

Altre fonti hanno suggerito che la mossa possa essere legata ai colloqui in corso tra ArcelorMittal e il governo italiano sul nuovo piano industriale per l'ex Ilva. L'impianto, gestito da ArcelorMittal Italia, sta attualmente producendo a livelli storicamente bassi e la sua produzione per quest'anno potrebbe essere inferiore a 3 milioni di tonnellate. Secondo l'accordo stipulato il 4 marzo scorso tra il governo italiano e l'azienda, entro il 30 novembre ArcelorMittal potrebbe avvalersi della facoltà di recedere dal contratto di affitto e successivo acquisto dell'ex Ilva. 


Ultimi articoli collegati

UE: la carenza di materiale spinge verso l'alto i prezzi dei coils

Italia, commercio extra UE: nei primi nove mesi export in calo del 15,7%

Associazioni italiane del riciclo: usare il Recovery Fund per il rilancio del settore

Coils a caldo, prezzi ancora in crescita in Italia e nel Nord Europa

UE: prezzi dei coils a caldo in aumento causa scarsa disponibilità