Approvata la fusione tra i costruttori navali cinesi CSSC e CSIC

martedì, 29 ottobre 2019 13:22:20 (GMT+3)   |   Shanghai
       

Il Consiglio di Stato cinese ha approvato la fusione tra i due principali gruppi di cantieristica navale China State Shipbuilding Corporation Limited (CSSC) e China Shipbuilding Industry Corporation (CSIC), questo quanto annunciato dalla Commissione statale di supervisione e amministrazione del Consiglio di Stato (SASAC), che amministrerà il nuovo gruppo.

La fusione in oggetto creerà un colosso della produzione navale con fatturato complessivo fino a 141,5 miliardi di dollari.

CSSC e CSIC sono state fondate nel 1999 rispettivamente a Shanghai e Pechino, con capitali sociali di 32 e 63 miliardi di dollari. Entrambe le realtà sono controllate al 100% dalla SASAC del Consiglio di stato cinese.


Ultimi articoli collegati

Cina: Shagang alza i prezzi dei prodotti lunghi

Minerale di ferro, prezzi quasi stabili dopo il forte rialzo

Coils zincati a caldo, in rialzo le offerte dalla Cina

Inox, prezzi cinesi in aumento nell'ultimo mese

Coking coal: import in crescita in Cina, Australia principale fornitrice