America Latina: produzione e consumo di acciaio in flessione, Alacero vede nella Cina una minaccia

venerdì, 15 maggio 2020 10:12:08 (GMT+3)   |   Istanbul
       

In America Latina la produzione di acciaio grezzo è calata dell'8% su base annua nel primo trimestre di quest'anno, mentre la produzione di laminati ha registrato una flessione del 3%. Inoltre, le esportazioni sono diminuite del 15% nei primi due mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a causa della debolezza della domanda siderurgica mondiale. I dati sono stati diffusi dall'associazione latinoamericana dell'acciaio (Alacero). 

Alacero ha sottolineato che nel mese di febbraio il consumo apparente di acciaio nella regione è diminuito del 7% su base mensile e del 2,5% su base annua. Nei primi due mesi del 2020 è diminuito invece del 2% in termini tendenziali, con l'Argentina e il Messico che sono stati tra i paesi più colpiti. Secondo le previsioni dell'associazione, nel 2020 il consumo apparente di acciaio della regione sarà di 55,4 milioni di tonnellate, segnando una diminuzione del 13,8% (circa 8 milioni di tonnellate) rispetto al 2019.

Francisco Leal, CEO di Alacero, ha affermato di vedere «parallelamente a questo scenario», una «rapida ripresa dell'industria siderurgica cinese e i continui rischi causati dalla sua sovraccapacità». Secondo Leal, «dinnanzi al forte calo dei mercati mondiali» il paese asiatico «continuerà a cercare di esportare la sua produzione in America Latina, rendendo ancora più difficile la ripresa della regione». 


Ultimi articoli collegati

Forte crescita dell'export di rottame dal Giappone

Minerale di ferro, produzione e consumi in calo nel 2020

Worldsteel: produzione mondiale in recupero a maggio ma in calo nei primi cinque mesi

Cala la produzione giapponese di acciaio grezzo a maggio

China Iron and Steel Association: consumo di acciaio in aumento in Cina nel secondo semestre