America Latina: importazioni di acciaio cinese in crescita nei primi undici mesi del 2018

giovedì, 17 gennaio 2019 13:06:30 (GMT+3)   |   Istanbul
       

In base ai dati riportati dall’associazione siderurgica latino americana Alacero, nel periodo compreso tra gennaio e novembre 2018 l’America Latina ha rappresentato l’11% delle esportazioni globali di acciaio della Cina, un dato in crescita di 2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2017. I paesi dell’America Latina sono diventati così la principale destinazione delle esportazioni siderurgiche cinesi.

Nel periodo gennaio-novembre, l’America Latina ha importato 6,6 milioni di tonnellate di acciaio cinese, di cui 6 milioni di tonnellate di acciai laminati. Il volume totale è superiore del 5% rispetto ai 6,3 milioni di tonnellate registrati nel periodo gennaio-novembre 2017.

Nel solo mese di novembre, invece, l’America Latina ha ricevuto 730.000 tonnellate di prodotti siderurgici cinesi, di cui 672.000 tonnellate di acciai laminati e 58.000 tonnellate di prodotti derivati dall’acciaio. Il totale è aumentato del 58% rispetto ai dati di novembre 2017. Nei primi undici mesi del 2018, le principali destinazioni di acciaio cinese nell’area in questione sono state: Cile, con 1,4 milioni di tonnellate (21%); Perù, con 977.000 tonnellate (14%); Brasile, con 902.000 tonnellate (13%); Colombia, con 728.000 tonnellate (11%).

Durante il periodo da gennaio a novembre del 2018, la Colombia ha aumentato le proprie importazioni di acciaio cinese del 29%, mentre il Brasile e il Cile hanno registrato aumenti rispettivamente del 15% e del 13%, variazioni su base annua.

Nello stesso periodo, i principali prodotti cinesi esportati in America Latina sono stati fogli e coils in acciaio legato (1,4 milioni di tonnellate), coils zincati a caldo (1,2 milioni di tonnellate) e coils laminati a freddo (700.000 tonnellate).

Le esportazioni di acciai lunghi cinesi nella regione si sono attestate a 1,1 milioni di tonnellate nello stesso periodo, rappresentando il 16% dell’acciaio totale (finito e derivato) proveniente dalla Cina. I volumi in questione hanno incluso 542.000 tonnellate di vergella e 415.000 tonnellate di barre.

Secondo Francisco Leal, direttore generale di Alacero, queste cifre legittimano le azioni intraprese dai governi latinoamericani per proteggere l'industria locale dalle eccessive importazioni cinesi.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia