AK Steel, utile netto in crescita; prevista la chiusura di Ashland Work per aumentare efficienza operativa

mercoledì, 30 gennaio 2019 11:44:31 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il produttore siderurgico statunitense AK Steel ha recentemente pubblicato i risultati finanziari relativi al 2018: l’utile netto si è attestato a 186 milioni di dollari, rispetto ai 103,5 milioni di dollari del 2017; i ricavi sono invece ammontati a 6,82 miliardi di dollari, crescendo del 12% su base annua. Nel 2018, le spedizioni di piani laminati a caldo hanno raggiunto i 5,68 milioni di tonnellate, aumentando rispetto ai 5,6 milioni di tonnellate dell’anno precedente.

AK Steel ha dichiarato che per aumentare l’efficienza operativa della società e ridurre i costi ha in programma, nei prossimi mesi, la chiusura dell’altoforno e l’interruzione della produzione presso lo stabilimento di Ashland Works, trasferendo i suoi acquirenti di prodotti rivestiti ad altre attività di AK Steel negli Stati Uniti in possesso della capacità disponibile entro la fine di quest'anno: attraverso questo procedimento, aumenterà il tasso di utilizzo di tali attività. I volumi di produzione e le spedizioni non dovrebbero essere influenzati dalla chiusura. AK Steel ricollocherà i dipendenti di Ashland Works presso gli altri stabilimenti. Una volta completato, si prevede che il procedimento porterà ad un risparmio annuo di oltre 40 milioni di dollari.


Ultimi articoli collegati

USA avviano indagini sulla rete metallica saldata proveniente dal Messico

USA impone sanzioni contro l'iraniana Mobarakeh Steel e le sue consociate

USA: produzione di minerale ferroso in aumento tra febbraio e marzo

Rottame, lieve incremento dei prezzi negli scambi USA-Turchia

JSW Steel USA ripristina operazioni in una acciaieria nell'Ohio