Acciaio: produzione mondiale oltre il miliardo di tonnellate nel primo semestre

venerdì, 23 luglio 2021 17:02:14 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Lo scorso giugno, la produzione di acciaio grezzo a livello mondiale si è attestata a 167,9 milioni di tonnellate, mettendo a segno un aumento dell'11,6% rispetto a giugno 2020. Il dato viene dalla World Steel Association (Worldsteel), che ha considerato le informazioni condivise dai 64 paesi membri. I paesi citati nel report costituiscono il 98% circa della produzione mondiale di acciaio.
Nel primo semestre dell'anno l'output mondiale ha superato il miliardo di tonnellate (1.003.900 t) crescendo del 14,4%.

Asia e Oceania hanno prodotto 122,5 milioni di tonnellate, in rialzo del 6,4% rispetto a giugno 2020. La produzione di acciaio grezzo per il periodo gennaio-giugno è di 737 milioni di tonnellate, +13,8%  rispetto al primo semestre del 2020. La Cina ha prodotto 93,9 milioni di tonnellate nel mese di giugno (+1,5% in termini tendenziali), 563,3 nel periodo gennaio-giugno (+11,8% su base annua). In Giappone, l’output di acciaio grezzo a giugno 2021 è stato di 8,1 milioni di tonnellate, in aumento del 44,4% su base annua. Nel primo semestre, invece, la produzione si è attestata a 48,1 milioni di tonnellate, aumentando del 13,8% rispetto al periodo gennaio-giugno 2020.  Per quanto concerne la Corea del Sud, a giugno sono state prodotte 6 milioni di tonnellate (+17,3% su base annua), nel primo semestre 35,2 milioni di tonnellate, in aumento dell’8,3% rispetto allo scorso anno.

Nei 27 paesi membri dell’Unione Europea, lo scorso mese sono state prodotte 13,2 milioni di tonnellate di acciaio grezzo (in rialzo del 13,2% rispetto a giugno 2020). Di queste, 3,4 tonnellate provengono dalla Germania (+38% su base annua), che si riconferma tra i primi dieci produttori di acciaio grezzo al mondo. Nel periodo gennaio-giugno, l’Ue-27 ha sfornato 77,8 milioni di tonnellate (+18,4% in termini tendenziali). La Germania ha contribuito con 20,6 milioni di tonnellate (in crescita de 18,1% rispetto a gennaio-giugno 2021).

Quanto all’Italia, come reso noto da Federacciai e riportato ieri da SteelOrbis, la produzione di acciaio grezzo nel paese si è attestata a 2,179 milioni di tonnellate (+20,1% su base annua). Nel primo semestre 2021 le acciaierie italiane hanno sfornato in totale 12,739 milioni di tonnellate, vale a dire il 26% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. 

A giugno, la Turchia ha prodotto 3,4 milioni di tonnellate, in aumento del 17,9% su base annua. Nel periodo che va da gennaio a giugno, l’output di acciaio grezzo è stato di 19,7 milioni di tonnellate, ovvero il 20,6% in più rispetto al primo semestre del 2020.

Sempre il mese scorso, la produzione di acciaio grezzo nell’area CIS ha raggiunto quota 8,9 milioni di tonnellate (+9,1% su base annua): in base alle stime di Worldsteel, 6,4 tonnellate proverrebbero dalla Russia (in rialzo dell’11,4% rispetto a giugno 2020).
Nel periodo gennaio-giugno, l’area CIS avrebbe prodotto un totale di 53,3 milioni tonnellate (in crescita dell’8,7% rispetto al primo semestre del 2020), inclusi 38,2 milioni di tonnellate prodotte dalla Russia (+8,5% su base annua).

Nello stesso mese in Nord America la produzione di acciaio grezzo è stata pari a 10 milioni di tonnellate facendo segnare un aumento del 45,2%, con gli USA che hanno prodotto 7,1 milioni di tonnellate (+44,4%). L'output in Sud America è ammontato a 3,9 milioni di tonnellate (+51,3%), con il Brasile che da solo ha contribuito per 3,4 milioni di tonnellate (+45,2%). Quanto al primo semestre del 2021, il Nord America ha prodotto 58,7 milioni di tonnellate di acciaio grezzo (+16,4%), di cui 42 milioni prodotti negli Stati Uniti (+15,5%). L’output dello stesso periodo in Sud America è stato di 22,6 milioni di tonnellate, 18,1 milioni provenienti dal Brasile (+24%).

In Africa la produzione è ammontata a 1,5 milioni di tonnellate a giugno (46,9% in più rispetto a giugno 2020), 8 milioni di tonnellate nel periodo gennaio-giugno (+28).  Nel Medio Oriente, a giugno 2021 sono state prodotte 3,6 milioni di tonnellate di acciaio grezzo (in aumento del 9,1% su base annua), mentre nel primo semestre dell’anno l’output totale è di 21,4 milioni (in rialzo dell’8,7%). Secondo le stime di Worldsteel l’Iran, maggior produttore dell’area, ha contribuito con 2,5 milioni di tonnellate a giugno 2021 (+1,9%), 15 milioni di tonnellate nel primo semestre (crescendo dell’8% rispetto allo scorso anno).

Andrea Bernardi


Ultimi articoli collegati

Worldsteel, riviste al ribasso le previsioni sulla domanda di acciaio

IREPAS: mercato dei lunghi guidato dalla domanda, Q4 incoraggiante

UK, l’industria siderurgica lancia l’allarme: "La crisi è imminente"

Worldsteel: produzione di acciaio grezzo a -1,4% ad agosto

Interpipe: produzione di acciaio grezzo in aumento a gennaio-agosto