Acciaio, produzione mondiale in aumento a novembre

martedì, 22 dicembre 2020 16:45:36 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nei primi undici mesi dell'anno l'output mondiale di acciaio grezzo si è attestato a 1,67 miliardi di tonnellate, ovvero l'1,3% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. I dati, pubblicati oggi, sono stati raccolti dalla World Steel Association (worldsteel) e riguardano 64 paesi.   

Nel solo mese di novembre la produzione globale di acciaio grezzo è ammontata a 158,3 milioni di tonnellate, segnando un aumento del 6,6% su base annua e un calo del 2,2% su base mensile.  

Sempre a novembre, in Asia, la produzione di acciaio grezzo è ammontata a 116,4 milioni di tonnellate, crescendo dell'8,3% in termini tendenziali, con 87,7 milioni di tonnellate prodotti dalla Cina (+8%), 7,3 milioni di tonnellate dal Giappone (-5,9%), 9,1 milioni di tonnellate dall’India (+3,5%) e 5,8 milioni di tonnellate dalla Corea del Sud (-2,4%). Tutte le variazioni sono calcolate rispetto allo stesso mese del 2019.    

L'UE-28 ha sfornato 12,8 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, dato in crescita del 5,5%, con 3,4 milioni di tonnellate prodotte dalla Germania (+14,8%), 2 milioni di tonnellate dall'Italia (+3,2%), 1,1 milioni di tonnellate dalla Francia (+3,7%) e 1,1 milioni di tonnellate dalla Spagna (+11,2%).    

La Turchia ha prodotto 3,2 milioni di tonnellate di acciaio grezzo, dato in aumento dell'11,6%. L'area CIS ha prodotto acciaio grezzo per 8,2 milioni di tonnellate (+7%), con 5,8 milioni forniti dalla Russia (+1,9%) e 1,7 milioni dall'Ucraina (+30,8%).     

Nello stesso mese in Nord America la produzione di acciaio grezzo è stata pari a 8,5 milioni di tonnellate, facendo segnare una flessione del 10,8%, con gli USA che hanno prodotto 6,1 milioni di tonnellate (-13,7%) e il Messico che ha sfornato 1,4 milioni di tonnellate (+1,7%). La produzione in Sud America è ammontata a 3,6 milioni di tonnellate (+8,3%), con il Brasile che da solo ha contribuito per 3 milioni di tonnellate (+11,2%). 

Worldsteel ha precisato che «a causa delle continue difficoltà presentate dalla pandemia di COVID-19, molti dei dati di questo mese sono stime che potrebbero essere riviste con l'aggiornamento sulla produzione del mese prossimo».


Ultimi articoli collegati

Rizhao Steel produce il primo coil presso l'impianto Arvedi ESP n. 5

NLMK: memorandum d'intesa con NOVATEK per ridurre le emissioni di carbonio

IREPAS: prezzi dei lunghi sostenuti dalla carenza d'offerta

Lieve incremento dei prezzi del rottame in Turchia

Danieli, nuova commessa da Severstal in Russia