Acciai Speciali Terni, raggiunto l'accordo sul piano industriale

giovedì, 13 giugno 2019 09:46:46 (GMT+3)   |   Brescia
       

Al termine di una trattativa iniziata lo scorso autunno, Acciai Speciali Terni (AST), le organizzazioni sindacali, la RSU di stabilimento e il Ministero dello Sviluppo economico hanno firmato ieri 12 giugno il verbale di accordo relativo al piano industriale biennale dell'azienda ternana.
In base all'accordo, AST prevede di investire 60 milioni di euro, di cui 31,5 nell'anno fiscale 2018/19 e 28,5 nel 2019/20. Nel primo anno 14,49 milioni saranno destinati al rinnovo impianti, 5,35 a miglioramento in ambito sicurezza e ambiente, 4,12 a efficienza e riduzione costi, 3,8 in un nuovo progetto scorie, 3,6 in ricerca e sviluppo.
L'azienda si è inoltre impegnata ad investire sul fronte dell'approvvigionamento energetico, finanziando la realizzazione dell'Interconnector, con altri 22 milioni di euro entro il 2019.
Sul fronte occupazionale, il numero dei dipendenti dell'acciaieria passerà dagli attuali 2.356 a 2.350, con un contestuale riadeguamento dei profili professionali, che si tradurrà nella riduzione del personale con qualifica impiegatizia nella misura di 50 unità, ricorrendo a strumenti di mobilità volontaria e incentivata.


Ultimi articoli collegati

Brasile: confermato il dazio sulle lamiere da treno importate da quattro paesi

Pronti a partire i lavori per la nuova miniera di Evraz

Prezzi della vergella ancora stabili a Taiwan

Crescono le importazioni statunitensi di travi ad agosto

Rottame, cauto ottimismo sul mercato internazionale